Seleziona una pagina

About.

Grafica pubblicitaria, blogger, wild woman, grizzly bear, handmade addict.
Chiacchieratrice solitaria, Austen dipendente, divoratrice sempre affamata di libri, di qualsiasi dolce, di film.

Io, Rovo Selvatico.

Impetuosa, ciclica, solitaria e selvaggia.

Lunghe ciglia nere e ricci indomabili.

Jane Austen e succo d’arancia. Harry Potter e cioccolato fondente.

Orsa selvatica, Selkie dei mari. Nel sangue il mare di mamma e papà, nel cuore la montagna.

Timida, emotiva, buffa, sensuale e volitiva.

Mancina, lunatica, scorpione ascendente vergine.

Fiori selvatici, sabbia fine, ricordi serbati. Caffè corto, pioggia lieve, zucchero di canna.

Rimmel nero, essenze agrumate. Luna crescente e leggende del Nord.

Rosa canina, carota selvatica, fiumi impetuosi e profumo di libri. 

Pomodori verdi fritti. Pelle ambrata, pizza vegetariana.

Conchiglie rosate, tramonti vissuti.

Io, fra rovi selvatici e sentieri imbattuti.

Io, Rovo selvatico.

Venticinque anni, ricci capricciosi ed un cartoncino slavato che mi definisce ‘Grafica Pubblicitaria’. Nata e cresciuta fra il lago e le campagne, il mare e la pineta.

Timida, riservata ed estremamente emotiva.

Ho creato L’Erbario Segreto inoltrandomi in un sentiero allora sconosciuto, fra rovi di more selvatiche e cardi selvaggi.

Venditrice Naturale dal 2015 e il 2018, allora mi descrivevo così:

«Il mio nome è Antonietta e sono la creatrice dietro L’Erbario Segreto. Realizzo i miei gioielli con elementi naturali che colgo sulle spiagge assolate o battute dal vento, nei boschi, sulle pendici delle montagne o nel corso delle mie passeggiate fra le colline che circondano il piccolo paesino veneto in cui vivo. Al primo mattino o in un pomeriggio assolato. Porto sempre con me un cestino in vimini, dell’acqua, e spesso e volentieri un panino raffermo, qualche semino o delle noccioline, da donare alla Natura e ai suoi inquilini in cambio del generoso regalo.»

Timida, emotiva, buffa, sensuale e volitiva.
Mancina, lunatica,
scorpione ascendente vergine.
Pelle ambrata, pizza vegetariana.
Conchiglie rosate, tramonti vissuti.
Io, fra rovi selvatici e sentieri imbattuti.

«Il mio mondo in un numero indefinito di libri. Parlo di loro, ma probabilmente parlo un po’ di me.»

– Alessandro Baricco

1. Ascolta il mio cuore, Bianca Pitzorno.

2. Il Richiamo della Foresta, Jack London.

3. Harry Potter e la Pietra Filosofale, J. K. Rowling.

4. Assassinio sull’Orient Express, Agatha Christie.

6. Dell’Amore e di altri Demoni, Gabrìel García Márquez.

5. Donne che corrono coi Lupi, Clarissa Pinkola Estès.

7. Oceano Mare, Alessandro Baricco.

8. Il Giardino Segreto, Frances Hodgson Burnett.

9. La Ballata del Caffè triste, Carson McCullers.

10. Luna Rossa, Miranda Gray.

11. Orgoglio & Pregiudizio, Jane Austen.

12. Moby Dick, Herman Melville.

13. La Chimera, Sebastiano Vassalli.

14. Il morbo di Haggard, Patrick McGrath.

15. L’Eleganza del Riccio, Muriel Barbery.

16. Venti poesie d’amore e una canzone disperata, Pablo Neruda.

17. Dio dorme nella pietra, la scoperta del pensiero degli Indiani d’America, Rudolf Kaiser.

18. Jane Eyre, Charlotte Brontë.

19. Le Nebbie di Avalon, Marion Zimmer Bradley.

 

20. Le tredici madri clan delle origini 

Sono una Strega dei Boschi e delle Acque.

Nel mio ventre, come una piccola conchiglia, è conservata l’Antica Memoria delle onde del Mare.

Sono una Strega dei Boschi. Un’Orsa selvaggia. 

Fra le dita dei miei piedi si arrampicano radici coraggiose, e fiori selvatici e terra bagnata.

Nei miei capelli, come un giocoliere, s’intreccia impetuoso il soffio arcaico del Vento.

Sono una Strega dei Boschi, una Sacerdotessa della Natura, una Selkie dei Mari.

Sono una Donna Selvaggia.

A.