Prendersi cura di Madre Terra
di Anakhel dalla Rubrica “Lavora con la Terra”

 

La primavera è arrivata e pian pianino cede il passo all’estate.
È tempo di lavorare la terra, e affondandone le mani nel soffice terriccio scuro lasciare che ella guarisca ogni nostra ferita.
In questo lasciati guidare da Anakhel, la nostra guerriera della terra.

 

❝ Lavorare con la terra ci permette di ricollegarci alla Grande Madre, che ogni giorno ci nutre e ci assiste.

Per ringraziarla del suo incondizionato amore possiamo prestarle il nostro aiuto, soprattutto assistendo i suoi abitanti, grandi e piccoli che siano.

Ognuno di noi, infatti,  fa la sua parte in questo ecosistema per prosperare, ed un grande contributo va alle api. Esserini così piccoli ma di grande valore per tutti noi.

Attraverso l’impollinazione esse permettono la vita. Sono a tutti gli effetti portatrici di vita.

 

 

La grande quantità di pesticidi usati però non aiuta. Ma possiamo comunque fare qualche cosa, nel nostro piccolo, per poterle aiutare.

Possiamo scegliere piante e fiori stagionali amici delle api, che fioriscono in primavera, estate e autunno: in questo modo daremo loro nutrimento per la maggior parte dell’anno. Creiamo delle piccole aiuole con diversi tipi di fiori dai colori e dalle dimensioni diversi. Facendo questo aiuteremo le api a riconoscerle anche a grandi distanze.

Per la primavera possiamo piantare dei tulipani (siccome siamo già nel periodo primaverile dovrete acquistare piantine cresciute, siccome il bulbo necessita di formare le radici in inverno).
Altra pianta molto utile i cui i fiori sbocciano in primavera è l’erba cipollina, ideale sia per loro che per insaporire i nostri piatti. Anche il rosmarino può aiuta le nostre amiche api: è una pianta perenne e resiste bene anche al freddo, il rosmarino ha poi svariati usi in cucina ed in magia, alcuni ramoscelli legati assieme e poi essiccati aiutano la persona a proteggersi da energie negative, magari facendo delle fumigazioni casalinghe.

In estate possiamo coltivare della borragine, antiparassitario naturale, contenente una grande dose di nettare, da usare sia in campo erboristico che in cucina. Altra pianta utilissima è la salvia ideale per i nostri piatti, in magia e per la nostra salute. Affiancata alla salvia è molto utile anche la lavanda, che poterà non solo vita nel vostro giardino, ma anche un buonissimo profumo!
Una volta finita la stagione potrete reciderne i fiori, farli essiccare e creare dei sacchetti profumati da conservare negli armadi.
La lavanda è una pianta con proprietà antisettiche, aiuta a rilassarsi e a a dormire meglio.

Il basilico è ideale per le nostre api che adorano letteralmente i suoi piccoli fiorellini bianchi. Se volete un po’ di colore e desiderate ornare il vostro balcone o decorare il vostro giardino piantate un po’ di flox, fiori dalla vastissima gamma di colori.

In autunno fioriscono invece  il topinambur e il crisantemo. La prima cresce spontaneamente ed il suo fiore giallo attira le api. La seconda, invece, è una pianta perenne coltivabile nei giorni più freddi e sostiene le api con il suo nutrimento prima del lungo sonno.

 

 

Come lavoro manuale possiamo concentrarci sui gusci d’uovo. Essi sono ideali per nutrire la terra e sono degli ottimi contenitori per i nostri germogli. Una volta lavati, all’interno dei gusci inseriamo qualche cucchiaio di terra e qualche semino, una volta che le piante dovranno essere trapiantate basterà affondare il guscio in terra.

Per ricordarvi cosa avete piantato in favore delle api, riciclate gli stecchini dei ghiaccioli e dei gelati confezionati, prendete dello smalto o dell’acrilico e colorateli per metà, escrivendo con un indelebile il nome della pianta. A questo punto infilate il vostro segna-pianta all’interno del vasetto. ❞

 

Questo articolo è stato editato a quattro mani in collaborazione con:
Anakhel è una guerriera della Terra, e cura per L’Erbario Segreto la rubrica “Lavora con la terra“; gestisce inoltre un sito personale: La guerriera solitaria. Il suo fiore preferito è il bucaneve, il fiore temerario che per primo buca il gelido terreno dell’inverno.
©

 

Non perderti la Newsletter di questo mese. Ulula con noi!

Scopri le mie creazioni
Vai allo Shop Etsy